logo
AREA DIPENDENTI
NUMERO VERDE

GLICEMIA ALTA: 15 SINTOMI DA NON SOTTOVALUTARE E COME TENERLA A BADA

Può capitare di trovarsi alle prese con un aumento dei livelli di glucosio nel sangue, questo però non implica automaticamente che si tratti di diabete. La glicemia alta infatti è solo uno dei sintomi di questa patologia ma non va assolutamente trascurata visto che può portare a diverse complicazioni. Ma come possiamo accorgerci del problema? Quali i sintomi?
Naturalmente sono le dovute analisi del sangue che stabiliranno se si ha o meno la glicemia alta ma ognuno di noi può e deve stare attento ai messaggi che il corpo manda per avvertire che vi è una situazione di disequilibrio.
Di seguito i 15 sintomi molto comuni che si possono presentare quando i valori di glucosio nel sangue sono troppo alti. Alcuni sono abbastanza specifici e facilmente ricollegabili altri invece decisamente più generici e possibile specchio di altre patologie.

1. SETE: aver voglia di bere durante tutta la giornata con la sensazione che questa sete sia inestinguibile è sicuramente un campanello d’allarme molto importante da segnalare subito al proprio medico.

2. BOCCA ASCIUTTA: parallelamente alla gran sete si può avvertire la sensazione di avere la bocca secca e asciutta.

3. TROPPA FAME: anche l’appetito può risentirne in caso di glicemia alta, la fame può infatti diventare insaziabile e il motivo è apparentemente inspiegabile.

4. BISOGNO FREQUENTE DI URINARE: in caso di glicemia alta si può avere un bisogno maggiore di urinare, in particolare durante la notte. In questo caso il sintomo può essere specchio di problemi completamente diversi da un rialzo del livello di zuccheri nel sangue.

5. FATICA: la glicemia alta può dare come sintomo generico anche una sensazione abbastanza costante di fatica associata in alcuni casi a capogiri e vertigini.

6. LENTA GUARIGIONE DELLE FERITE: si può notare che tagli o ferite si rimarginano più lentamente del solito. Questo problema può essere però dovuto anche ad alcune patologie ed è bene approfondire.

7. PRURITO E PELLE SECCA: se gli zuccheri nel sangue sono alti possono comparire problemi dermatologici e in particolare pelle secca e prurito diffuso. Anche in questo caso però si tratta di un sintomo generico da inserire in un quadro più generale.

8. AUMENTO DI PESO: se si mettono su chili e aumenta anche il grasso addominale potrebbe essere colpa della glicemia alta.

9. INFEZIONI RICORRENTI: un abbassamento delle difese immunitarie può portare alla comparsa di infezioni recidive.

10. PROBLEMI NERVOSI: possono comparire nervosismo, irritabilità, cambiamenti dell’umore e altri sintomi legati ad un mal funzionamento del sistema nervoso.

11. VISTA SFOCATA: a risentirne può essere anche la vista che può risultare offuscata o sfocata.

12. PROBLEMI DI CONCENTRAZIONE: l’incapacità di rimanere concentrati a lungo può essere sintomo di glicemia alta così come di altri problemi.

13. IMPOTENZA: persino problemi nella sfera sessuale possono derivare da livelli troppo alti di zuccheri.

14. SUDORAZIONE E TACHICARDIA: anche una sudorazione improvvisa e la comparsa di tachicardia possono essere sintomi da imputare alla glicemia alta.

15. INTORPIDIMENTO: un segno particolare che può comparire se vi è un eccessiva presenza di glucosio nel sangue è l’intorpidimento, in particolare delle labbra e della lingua.

COME TENERE A BADA LA GLICEMIA ALTA

Un mezzo che tutti abbiamo a disposizione per tenere a bada la glicemia è curare la nostra alimentazione. Possiamo mettere in tavola soprattutto alimenti con indice glicemico (IG) basso in modo tale che i livelli di glucosio nel sangue non subiscano picchi e successivi crolli.
La scala con cui sono classificati i cibi in base al loro effetto sulla glicemia va da 0 a 100, più è alto il valore di un alimento e maggiore è l’aumento degli zuccheri che produce nel sangue dopo averlo assunto. In caso di glicemia alta meglio evitare gli alimenti che hanno un IG da 70 in su. Alcuni esempi comuni sono il pane bianco e le patate.
Senza esagerare andrebbero invece mangiati i cibi con indice glicemico moderato, tra questi il riso integrale e i formaggi.
I cibi con punteggio da 0 a 54 si possono consumare con tranquillità. Tra questi uova, varie verdure, alcuni tipi di frutta, legumi e altro.

5 CIBI CHE AIUTANO AD ABBASSARE GLI ZUCCHERI NEL SANGUE

Quali sono i cibi che abbassano rapidamente gli zuccheri nel sangue e che ci aiutano a mantenere stabile la glicemia? Chi soffre di problemi da questo punto di vista deve sempre tenere conto dei consigli ricevuti dal proprio medico sull’alimentazione da seguire.
Secondo gli esperti a dover tenere sotto controllo i livelli di zuccheri nel sangue non sono soltanto i diabetici ma anche i malati di tumore e ogni persona a rischio. Anche chi è in salute dovrebbe sempre fare attenzione alla propria alimentazione dal punto di vista della prevenzione.
Mantenere i giusti livelli di zuccheri nel sangue è fondamentale per prevenire e gestire il diabete di tipo 2, l’ipertensione e l’ipoglicemia. Seguire la dieta giusta aiuta inoltre a prevenire l’obesità.
Bisognerebbe privilegiare cibi integrali ricchi di fibre e ridurre il più possibile i cibi industriali, soprattutto quando contengono zuccheri aggiunti.
Ecco alcuni cibi che aiutano a tenere sotto controllo gli zuccheri nel sangue e che inoltre arricchiscono l’organismo grazie a fibre, vitamine e sali minerali. Per maggiori informazioni in proposito, ad esempio sulle quantità da assumere, consultate sempre il vostro medico o esperto di fiducia.

1) Verdure a foglia verde

Pensiamo a quante sono le verdure a foglia verde con cui possiamo arricchire la nostra alimentazione:

•Rucola
•Spinaci
•Cime di rapa
•Cavolo riccio
•Lattuga
•Tarassaco

E tante altre ancora in base ai nostri gusti. Queste verdure sono ricche di sali minerali e in particolare di magnesio che contribuisce a mantenere i giusti livelli di glucosio nel sangue. Usatele per le vostre insalate e per i frullati.

2) Semi

Vi abbiamo parlato molte volte dei semi della salute come dei veri e propri toccasana per il nostro organismo e ora li ritroviamo come alleati per mantenere stabili i livelli di glucosio nel sangue e come fonti preziose di proteine, di sali minerali, tra cui il magnesio, e di ferro.

Semi di lino
•Semi di zucca
•Semi di girasole
•Semi di chia
•Semi di sesamo
•Semi di canapa

3) Cacao amaro

Naturalmente non stiamo parlando del cacao in polvere zuccherato ma del cacao amaro puro che a volte può essere un ingrediente utile da aggiungere ai frullati di frutta e verdura per insaporirli e arricchirli. Il cacao amaro viene inserito tra gli elementi utili per tenere a bada gli zuccheri nel sangue perché è ricco di magnesio.

4) Mandorle

Le mandorle sono un’altra fonte importante di magnesio davvero da non sottovalutare, oltre che di fibre e di proteine. Le mandorle contengono più magnesio rispetto ad altra frutta secca. Risultano comunque ricchi di magnesio anche gli anacardi. Una manciata di mandorle e semi della salute al giorno leva il medico di torno.